Home Attività Chi siamo Contattaci Galleria
Home
Attività
Chi siamo
Contattaci
Galleria
 
>> 
Sportello di Ascolto per il Cittadino


"Accostatevi a lui, pietra vivente, rifiutata dagli uomini, ma davanti a Dio scelta e preziosa"  (I Pietro 2,4)



La nostra Chiesa si trova in via Duomo 275, angolo via dei Cimbri, nei pressi della fermata della metro Università, linea 1




Annunci


*Tutti i mercoledì, culto serale infrasettimanale alle ore 19,30. Il primo mercoledì del mese, culto con cena del Signore. Un po' più breve nella forma liturgica, non legato a schemi prestabiliti, questo culto può essere l'opportunità anche per un momento di preghiera e per una collaborazione attiva alla sua preparazione.

*Mercoledì 25, ore 20.30, Consiglio di Chiesa.

*Venerdì 27 Marzo, ore 17.00, presso il "Centro San Francesco" ad Avellino, il pastore Magrì terrà una lezione su "Elementi di Teologia Protestante".

*Sabato 28 Marzo, ore 17.00, presso la nostra chiesa, si terrà la tavola rotonda della Carovana del lavoro, organizzata dalla FCEI.

*Domenica 29 Marzo, Assemblea di Chiesa per esaminare la situazione finanziaria.

*Mercoledì 1 Aprile, ore 17.00, studio biblico sul tema dei miracoli a cura del past. Franco Mayer.

*Giovedì 2 Aprile, ore 18.00, culto del Giovedì Santo. Presso il locale di culto dell'Esercito della Salvezza (via Ferrara 66).

*Venerdì 3 Aprile, ore 18.30, culto del Venerdì Santo, presso i locali della nostra chiesa.

*Domenica 5 Aprile, ore 11.00, culto di Pasqua con Santa Cena.



pastore Leonardo Magrì
@e-mail  081264510 













"
Ditelo nella luce" la nostra circolare

Anno 2 - Numero 1
 
download!



 
Dio ha un piano per la nostra vita

Un giorno una parola – commento a Genesi 39, 23

Il Signore era con Giuseppe e faceva prosperare tutto quello che egli intraprendeva
(Genesi 39, 23)

Non rendete male per male, od oltraggio per oltraggio, ma al contrario, benedite; poiché a questo siete stati chiamati affinché ereditiate la benedizione
(I Pietro 3, 9)

è bene ricordare che quando «il Signore era con lui e faceva prosperare tutto quello che egli intraprendeva» Giuseppe era in prigione. Mi pare importante sottolineare questo aspetto, perché aggiunge complessità e profondità all’affermazione. Non si tratta semplicemente che a Giuseppe Dio le mandava tutte buone, si tratta invece di una affermazione teologica tesa a sottolineare che la vita di Giuseppe è parte di un piano divino.

Giuseppe è in prigione per la vendetta della moglie di Potifar, il padrone dello schiavo Giuseppe. Lei gli aveva messo gli occhi addosso, ma lui – per fedeltà al suo padrone egiziano – l’aveva respinta. Qui non c’è teologia, c’è invece la realtà della vita che molto spesso è dura ed ingiusta. A volte, la vita ti chiama ad attraversare momenti di grande difficoltà, dolore, solitudine, pericolo.

Pensare che la vita del credente sia vissuta dentro una bolla di benedizioni è una pura illusione, un equivoco causato da una cattiva teologia che genera una cattiva spiritualità. Pensare che la vita umana sia un susseguirsi di dolori senza senso né direzione è una esasperazione deprimente generata dalla cieca disperazione. Giuseppe scopre che la vita ti porta spesso a vivere duramente, ma Dio ha un piano per essa. La vita non va vissuta né con duro pragmatismo, né con inconsistente entusiasmo, ma mettendo insieme la solidità di una robusta esperienza di vita e la solidità di una vigorosa esperienza di fede.

Padre e Signore, donami la capacità di saper pienamente e responsabilmente vivere nel mondo così com’è, senza fughe; e insieme la capacità di saper riconoscere ed accogliere la tua fedeltà verso di me e le grandi benedizioni di cui mi circondi; senza perdere mai di vista la realtà e senza perdere mai di vista la speranza. (da Riforma.it)




Sportello di Ascolto per il C
ittadino






















I SERVIZI SONO GRATUITI E A DISPOSIZIONE DI TUTTI I CITTADINI
IN VIA DEI CIMBRI 8 - CITOFONARE "FORESTERIA"

Home | Attività | Chi siamo | Contattaci | Galleria
Site Map